Home > Medici slot machine joseph cornell

Medici slot machine joseph cornell

Medici slot machine joseph cornell

It needs a name, and, to coin one at random, Memex will do. A Memex is a device in which an individual stores all his books, records, and communications, and which is mechanized so that it may be consulted with exceeding speed and flexibility. It is an enlarged intimate supplement to his memory. Queste frasi di Bush sembrano anche adattarsi, almeno in parte, al modo di procedere di Cornell che nella sua vita ha esplorato dei temi il balletto romantico, la ninfa, 'principi' e 'principesse' Medici, le stelle e le star del cinema etc.

Il personale allestimento mnemonico di Cornell, finalizzato non già al recupero di un singolo dato, ma alla ricostruzione di un complesso di dati che entrassero in risonanza, è a suo modo un modo che pertiene al linguaggio creativo un calco dei processi non lineari della memoria umana, un dispositivo per allargare, implementare, ripercorrere flessibilmente i sentieri intricati della memoria, interpretabile, anche, come una singolare forma di ars memoriae.

I percorsi associativi dall'esperienza alla creazione. Cornell è prima di tutto un esploratore, un viaggiatore. In ogni cosa vede e cerca, cerca e vede riferimenti alla cultura europea, costruendo singolari catene di associazioni come, per fare un solo esempio fra molti, quando registra una "metamorfosi del segno" da una pubblicità del pesce affumicato a un dettaglio di fiori di Bernardino Luini: Assistiamo quindi a un processo di sovrapposizione culturale ma anche e soprattutto temporale.

Sono momenti brevi o prolungati, anche di alcune ore a volte, generati dalle contingenze più impensabili: Ma si tratta di momenti comunque passeggeri che svaniscono, evaporano parola che ricorre nei diari. La scoperta più grande: Allora, nel momento in cui una di queste epifanie si manifesta, la cosa più importante è cercare di preservare il mental moment con tutte le contingenze che lo hanno prodotto. Non bisogna perdere o tralasciare niente. Dalle scatole ai diari. Appunta le cose più diverse: I diari non servono a registrare tutto quello che gli succede, ma sostanzialmente il bello e le emozioni che in seguito potrebbero consolarlo e diventare oggetto di speculazioni o di piacevoli recollections.

I diari rappresentano dunque una selezione estetico-emotiva della realtà quotidiana, ma non solo. Non si tratta soltanto di preservare quei momenti di estasi ma di riprodurli, di riversarli nel presente, cercando di fare del tempo presente una continua riproposizione di essi. Le sue registrazioni non si limiteranno più alle sole annotazioni, ma alla collazione di oggetti e immagini da luoghi reali e letterari, del presente e del passato.

Il diary è una forma di registrazione della exploration ; quest'ultima definizione di Cornell denota qualunque ricerca egli conduca in luoghi reali della città e in luoghi stampati. Un primo prodotto di questo tipo di esplorazioni è da considerarsi l' extension , conglomerato di idee, scritti e ritagli intorno a un argomento cogente sviluppato in raccoglitori, espandibili nel caso in cui nuovi elementi si presentassero in seguito a successive esplorazioni. Da questo processo di compenetrazione si generano quelle che lo stesso Cornell chiama "constellations", pattern di associazioni, che prendono il nome da alcune costellazioni favorite quali Cassiopea o Andromeda e fanno riferimento a cluster di illuminazioni individuabili per mezzo di questa identificazione.

Sebbene tutte queste attività forniscano materiali per le scatole intese come opere finite, queste ultime rappresentano il distillato definitivo e non più espandibile di un'attività incessante e potenzialmente senza fine. Un'arte delle memorie. Palinsesto o magazzino? Nella tradizione rappresentativa della memoria occidentale esiste una metaforica che ha prodotto, nel corso dei secoli, un susseguirsi di immagini in grado di rappresentarne il funzionamento. Queste metafore variavano in funzione di due aspetti principali: Secondo il primo, i ricordi lasciano delle impronte nella mente, simili a quelle di un sigillo sulla cera o della scrittura su un sostegno, per il secondo, la memoria funziona come un contenitore che raccoglie i diversi oggetti della percezione sensoriale.

Esistono altri ambiti metaforici, forse meno fortunati, o parzialmente affini a questi ma con alcune significative varianti. Uno dei più interessanti è quello del palinsesto , proposto da Thomas De Quincey e ripreso poi da Freud nella sua immagine del Notes magico. Una metafora che renda appieno questa alternanza di presenza-assenza è stata elaborata appunto da Thomas De Quincey in un saggio del , The Palimpsest of the human brain , in cui paragona il cervello umano a un palinsesto: Del resto, la metafora del palinsesto si addice perfettamente alla sovrapposizione costante di passato e presente e alla pratica della continua annotazione di eventi e stratificazione di emozioni, tipica delle explorations e dei diaries.

La metafora del palinsesto sembrerebbe dunque definire al meglio la concezione e il funzionamento della memoria in Cornell, almeno per quanto riguarda i diari e, in qualche misura, anche le extensions e le constellations , con le loro infinibili stratificazioni e ramificazioni. Tuttavia, dalle scatole di Cornell sembra provenire un messaggio diverso. In questo caso sembra che la metafora del magazzino sia più calzante nella descrizione di una prassi di sistemazione di materiali disparati.

Inoltre Cornell, nel momento in cui non si limita a conservare solo annotazioni scritte nei suoi faldoni, ma raccoglie anche ritagli, ephemera , minutiae Le chiama habitat e le conserva nel suo archivio-laboratorio, il seminterrato della casa di Utopia Parkway. Joseph Cornell - Medici Slot Machine, , wood Executed in , Medici Slot Machine from the celebrated eponymous series, is considered by many to be his greatest works, adapting three different Renaissance portraits as their sources, in this case Pinturicchios Portrait of a Boy from the Gemldegalerie in Dresden. Although Cornell was known to have almost never traveled beyond the bounds of New York, he was an inveterate traveler of the.

Utopia Parkway: Manet to Schuman: Self Portrait - SlideShare Many of his boxes, such as the famous Medici Slot Machine boxes, are interactive and are meant to be handled. Email obbligatorio L'indirizzo non verrà pubblicato. Nome obbligatorio. Sito web. Notificami nuovi commenti via e-mail Notificami nuovi post via e-mail. Shortlink https: Navigazione Articolo precedente. Articolo successivo. Luoghi amici. Ricerca libera nel sito Ricerca per: Ahead, nothing but wind, sky, and more sand. Il ragazzo ha la faccia di uno che si è perso nelle sue fantasticherie e che sta per appoggiare la fronte al vetro di una finestra. Non ha nessun amico. Nella metro ci sono mendicanti, traffichini, ubriachi, marinai in ferie, puttane adolescenti che gironzolano.

Il ragazzo-principe studia i classici latini e si prepara per gli affari dello stato. È caparbio e crudele. Ha già i suoi vizi segreti. Di notte piange fino ad addormentarsi. Fuori, la strada è affollata di palazzi cinematici che proiettano film noir. Uno si chiama Specchio oscuro , un altro La giungla di asfalto. Anche in questi le facce sono spesso ombrose. La foto si ripete nella macchinetta come fototessera di passaporto. Fuori la sala giochi i neri lucidano le scarpe, un cieco vende giornali, ragazzi nei jeans stretti si tengono per mano. Ci sono macchinette ovunque e hanno tutti degli specchi. La matta va in giro scribacchiandoci sopra col rossetto.

La macchinetta è una sposa tatuata. Il ragazzo sogna ad occhi aperti. La macchinetta, come tutti i miti, ha delle componenti eterogenee. Devono esserci le ruote dentate, gli ingranaggi, altri bravi espedienti. Una slot machine di poesia con un jackpot di significati incommensurabili attivati dalla nostra fantasia. Il suo repertorio mistico si serve di tante immagini. Il principe svanisce e altri giovani nobili prendono il suo posto. Appare per un attimo Lauren Bacall. Alle tre di notte, la macchinetta di chewing gum sulla piattaforma deserta, con lo specchio appena strofinato, è la nuova icona sforna-miracoli della Santa Vergine.

Wunderkammer 3 | perìgeion

Joseph Cornell (), Medici Princess | Christies portrait in the medici slot machine. "Medici Slot Machine" is one of the first boxes Cornell fashioned in . New York, USA Joseph Cornell era un rabdomante di frammenti urbani. Un' altra, la famosa Medici boy, ha al centro una riproduzione del ritratto di un dipinto del Rinascimento inserito in un facsimile di slot machine. Joseph Cornell,. Medici Slot Machine, Costruzione con scatola, figure e oggetti,. 39,4x30,5x10,8 cm. New York, The Reis Family. Collection. Da notare le . Tre poesie da Dime-Store Alchemy (), ispirate all'opera di Joseph Cornell. Traduzione di Todd Portnowitz. * * Senza titolo (Bébé Marie). 3D Design: Joseph Cornell. Marisol Westberg · Found Art · Joseph Cornell ( American, ). Medici Slot-Machine: Object. Joseph Cornell, L'Egypte de Mlle Cléo de Mérode cours élémentaire d'histoire naturelle, Joseph Cornell, Medici Slot Machine, Un altro appiglio per . Questo Pin è stato scoperto da Rosa Biagi/Galleria Terre Rare. Scopri (e salva) i tuoi Pin su Pinterest.

Toplists